Bosch Easytronic F13/5

Ipotesi: Come produttore di auto vorresti avere un’utilitaria dotata di cambio automatico ma le soluzioni convenzionali comportano problemi di spazio e peso. Quale soluzione adottare?

L’automatizzazione di un cambio manuale viene usata spesso come soluzione e questa è in realtà una ottima idea: tutte le vetture con lo stesso tipo di cambio possono essere attrezzate con la stessa soluzione; tutto quello che occorre fare è aggiungere della meccatronica con la quale è possibile azionare la frizione e le marce. Questo è quello che il sistema Easytronic F13/5 Bosch può fare. Problema risolto? Vediamo i dettagli.

Engine easytronic f135

Foto: David Parsons

Che cosa si guasta normalmente?

Questa soluzione apparentemente semplice ha in realtà alcuni aspetti importanti da tenere in considerazione. Per cominciare, è molto difficile comandare dolcemente la frizione senza farla slittare troppo, questo perché la TCU (Transmission Control Unit, il cervello del sistema) non ha la sensibilità del nostro piede sinistro al rilascio del pedale. La posizione in cui viene installata la TCU non aiuta, essendo la centralina soggetta a variazioni di temperatura e vibrazioni che pertanto possono generare problemi. La conformazione della centralina è un ulteriore fattore da tenere in considerazione: il sistema di automatizzazione è composto da molte parti in movimento e tutto quello che si muove può essere origine di difetti. È quindi una sfida importante riuscire a far funzionare in modo affidabile questo sistema.

Cominciamo illustrando i più importanti punti di interfaccia col veicolo e le relative panne:

Frizione/gruppo di pressione

La frizione è per sua natura soggetta ad usura, è quindi buona norma verificare che essa sia ancora in buono stato, prima ancora di andare a verificare altri organi meccanici. Questa situazione è in realtà comprensibile in quanto non essendo presente il pedale della frizione, il guidatore non ha modo di sentire il consumo. Il cambio robotizzato appare quindi “improvvisamente” difettoso.

Fluido idraulico

Il controllo e l’eventuale sostituzione del fluido idraulico non è un lusso superfluo. Si sono presentati diversi casi in cui dopo anni di mancata manutenzione, la semplice sostituzione del fluido, accompagnata da pulizia del circuito e relativo spurgo, ha permesso di ripristinare il corretto funzionamento.
La pulizia e lo spurgo del circuito porta in realtà anche altri vantaggi: possono essere rintracciati eventuali problemi alla pompa di attuazione frizione (vedere avanti per ulteriori informazioni). La procedura di spurgo è in realtà così estesa che durante la procedura è possibile visualizzare alterazioni del sistema. Non di rado risultano esserci problemi su questa pompa di comando.

Sensore albero a gomiti

Il consiglio di ACtronics: verificare che il sensore albero a gomiti faccia correttamente il suo dovere; questo sensore risulta essere anch’esso oggetto di problemi e un problema di quest’ultimo viene mostrato nel display del quadro con una “F”. È pertanto utile verificare questo particolare prima di smontare il cambio, far verificare centralina ed attuatori per poi scoprire che proprio il sensore è l’origine dei difetti.

Oltre a questi difetti esterni possono presentarsi problemi al sistema meccatronico. Anche in questi casi si presenta la lettera “F” nel display e la vettura cambia male o non cambia del tutto. Il sistema Easytronic si compone di 3 elementi principali: la centralina Easytronic, i motorini di azionamento della scatola del cambio e la leva di selezione. I difetti noti sono molteplici:

Easytronic

Easytronic è il nome della meccatronica che comanda la frizione. Si compone di una TCU, una pompa e un motore elettrico. Ogni componente ha difetti specifici. Fortunatamente per ogni problema abbiamo sviluppato una soluzione qualitativamente adeguata.

I codici di difetto qui riportati sono quelli più noti.:

  • P1607 – Errore controllo posizione attuatore frizione

  • P1609 – Sensore posizione attuatore frizione

  • P1700 – Errore modulo Trasmissione (Errore in Folle)

Easytronic Il processo di revisione

Motorino azionamento

Il motorino di azionamento fa esattamente quello che il suo nome dice: aziona gli ingranaggi del cambio. Questo componente è composto da due motori elettrici, entrambi comandati dalla centralina allocata nell’easytronic. In pratica questi motorini non sono un pezzo a parte ma sono una parte fondamentale del sistem Easytonic. Questo rende un po’ complicata la descrizione del sistema Easytronic: una volta ci si riferisce all’intero sistema, una volta alla sola TCU.

Non sarete certamente sorpresi nel sapere che i motorini elettrici possano essere oggetto di malfunzionamenti. Il gruppo è soggetto a carichi pesanti e compie molte operazioni e movimenti; tutta questa attività porta ad una usura relativamente veloce. Collegati a questi difetti ci sono anche codici di errore? Certo, ma premettiamo che la presenza di questi codici di difetto non è indicazione sicura di problemi nel modulo di azionamento. Presso ACtronics riceviamo diversi motorini all’apparenza difettosi che in realtà sono ancora in ottimo stato: in molti di questi casi il problema è risultato essere nella scatola del cambio.

  • P1728 – Malfunzionamento meccanico dei motorini

  • P1729 – Malfunzionamento elettronico dei motorini

  • P1730 – Malfunzionamento controllo marcia

  • P1740 – Malfunzionamento attuatore cambio (spesso insieme al P1728)

TCU Easytronic Spiegazione

  • 1: TCU open

  • 2: Elektromotor

  • 3: Elektromotor open

  • 4: Gear Selector complete

Leva di selezione

La leva di selezione assicura anch’essa qualche problema. Il meccanismo non è in realtà meccanico come avviene per un cambio manuale convenzionale, qui l’azione sulla leva viene trasformata in un segnale segnale elettrico inviato poi alla TCU. La leva di questo cambio deve essere pensata non più a una leva standard ma ad una sorta di joystick. Il tipo di segnale inviato dipende dalla posizione in cui viene posizionata la leva stessa. Cosa può quindi generare difetti? I problemi a noi noti riguardano essenzialmente l’usura dei punti di contatto delle varie posizione (R, N, D, …).

Interno Opel

Foto: Opel

In breve, sono molte le cose che possono andare storte. Una buona diagnosi è quindi essenziale per poter ritrovare una buona soluzione, così come la corretta indicazione di quale componente occorre valutare.

Il processo di revisione

In questa parte approfondiremo la sola centralina Easytronic.

Sapendo che in una Bosch Easytronic F13/5 sono molteplici i componenti che possono generare difetto, ci impegniamo non in una “semplice” revisione dei difetti riscontrati ma seguiamo un rigoroso processo di revisione in cui tutti i componenti vengono, attuatore frizione, TCU e motore elettrico vengono verificati e ripristinati, anche in maniera preventiva. Il prodotto viene per prima cosa pulito a fondo, procediamo poi con l’apertura del blocco in modo da poter effettuare la revisione dei vari componenti.

TCU

La TCU ha diversi punti deboli, per questo riprendiamo tutti i punti che normalmente generano difetti, anche in modo preventivo.

Attuatore frizione

L’attuatore frizione, chiamato anche pompa frizione, può essere soggetta a perdite oppure bloccarsi; in questi casi, quando possibile, abbiamo la possibilità di sostituire questa, previo contatto, con un esemplare revisionato.

Motore elettrico

Come per la TCU, conosciamo diversi punti deboli del motore elettrico. Per questo motivo anche questa parte è oggetto di un percorso di revisione completo nel quale riprendiamo tutti quei punti noti.

Dopo la revisione dei singoli componenti viene ricomposto per procedere ai test finali, eseguiti su una speciale apparecchiatura da noi sviluppata. Con questa possiamo simulare a banco tutte le funzionalità e solo al superamento di tutte le prove restituiamo al cliente.

TCU Easytronic F135

Altre informazioni importanti

Dopo tutta questa descrizione diventa difficile fornire ulteriori dettagli ma possiamo aggiungere qualche cosa:

In quali vetture si può ritrovare il sistema Easytronic?

Le scatole del cambio Easytronic F13/5 Bosch si possono ritrovare nei seguenti modelli Opel:

  • Corsa C – anni 2000 – 2006

  • Corsa D – anni 2006 – 2015

  • Vectra C – anni 2005 – 2009

  • Astra H – anni 2004 – 2009

  • Meriva A – anni 2003 – 2010

  • Zafira B – anni 2005 – 2011

Manutenzione regolare

Viene molto sottovalutata l’importanza di una corretta manutenzione del veicolo ed in particolare di questo sistema. Il comando della frizione è in realtà idraulico e recupera il fluido necessario dalla riserva del sistema frenante. Senza la corretta manutenzione il sistema tende a sporcarsi, per cui oltre al sistema frenante, anche il sistema Easytronic sarà soggetto a problemi.

TCU Bosch Easytronic F13-5