ECU Magneti Marelli IAW 59F / 59M / 5AF / 5AM

Le auto italiane hanno la fama di avere spesso problemi, specialmente per quanto riguarda l’elettronica È realmente vera questa cattiva reputazione? Come ACtronics riceviamo in realtà componenti da qualunque marca e Fiat non rientra tra le prime cinque! Quello che riscontriamo più frequentemente sono problemi di accensione, specialmente nella combinazione Fiat e Magneti Marelli con centraline di tipo IAW 5xx. Riscontriamo quindi, su queste famiglie di centraline, alcuni punti deboli. Vediamo quindi di cosa si tratta.

Quadro strumenti Ford Focus 2

Cosa si guasta solitamente?

Questa volta possiamo essere molto diretti e concisi: il circuito di controllo dell’accensione. Presso ACtronics riceviamo grandi quantità di centraline con problemi relativi a mancate accensioni su due o quattro cilindri. In alcuni casi sono solo delle connessioni interrotte, in altri casi il problema è più importante e riguarda alcuni componenti presenti sulla scheda elettronica (PCB).

ECU Magneti Marelli IAW Prova

In alcuni casi l’origine del difetto non è la centralina ma il malfunzionamento della bobina stessa. Alcune vecchie bobine, in seguito al comando della centralina, tendono a rimandare una tensione alla ECU. Questo picco di tensione è difficile da misurare/visualizzare con un oscilloscopio. In presenza di un difetto è quindi altamente consigliabile la sostituzione della bobina, questo per evitare danneggiamenti della centralina, qualora questa non sia già difettosa… Sbalzi di tensione non sono certo l’unica causa di anomalie. Riscontriamo con una certa frequenza anche il distaccamento di componenti dalla scheda ceramica, in questo caso la loro attività viene a mancare. Non possiamo dire se questi problemi possono essere generati dal posizionamento della centralina o se la colla epossidica utilizzata abbia una qualità non soddisfacente, in ogni caso abbiamo ricercato una soluzione per la revisione dei vari difetti. Di questo ne parleremo successivamente.

Prima di dimenticarci, riportiamo alcuni codici con i quali si può riconoscere l’anomalia, in questo caso la lista è molto breve:

  • P0351 Bobina ‘A’ Malfunzionamento circuito primario/secondario

  • P0352 Bobina ‘B’ Malfunzionamento circuito primario/secondario

Il processo di revisione

Naturalmente tutti vogliono sapere come interveniamo sui componenti non più collegati. Cominciamo con i punti base: come d’abitudine per ACtronics, ogni componente in entrata viene sottoposto ad un test d’ingresso. La centralina viene testata ed aperta tramite fresatura per riscontrare se effettivamente il difetto è un problema interno o se la vettura presenta altri problemi (per esempio la bobina). Durante questa fase si può quindi capire se la centralina ha effettivamente necessità di un intervento di revisione o se questa non presenta anomalie di sorta.

ECU Magneti Marelli IAW revisione

Nel caso in cui il difetto viene effettivamente riscontrato, vengono controllate per prima cosa tutte le connessioni ibride tra il connettore e la scheda elettronica. Queste connessioni vengono comunemente chiamate ponticelli. Su internet si possono trovare situazioni in cui eventuali cattivi collegamenti vengono ripristinati mediante stagnatura, nel nostro caso il lavoro prevede saldatura ad ultrasuoni. Questa tecnica è chiaramente meno accessibile a livello economico e richiede inoltre maggiore conoscenza. Questa soluzione è quindi inizialmente meno immediata ma porta notevoli vantaggi. Con questa tecnica le connessioni non vengono solo sistemate ma vengono completamente rifatte, ugualmente a quanto accade nelle centraline nuove. Un primo vantaggio è la mancata generazione di calore, cosa che accade con la saldatura standard ed in più le caratteristiche tecniche dei nuovi ponticelli sono esattamente le stesse a quelle d’origine… La sezione dei fili da noi utilizzati sono in realtà maggiori e questo permette maggiore affidabilità. Possiamo quindi affermare che la qualità del prodotto revisionato è la stessa o addirittura migliore di un prodotto originale.

Spesso c’è molto di più del semplice rifacimento delle connessioni. I componenti interni difettosi o scollegati necessitano anch’essi attenzione e vanno riposizionati con la necessaria perizia. Questa è la sfida: detto a parole è solo questione di mettere in posizione dei particolari. Quello che invece ci troviamo davanti sono dei componenti di dimensioni molto limitate ed inoltre molto sensibili, che possono danneggiarsi con un minimo contatto. Saldarli in posizione non è quindi un’opzione da considerare. Come facciamo allora?

La parte che gestisce l’accensione è un bell’esempio di componente delicato soggetto a distaccamenti. La colla epossidica non tiene più e deve essere recuperata. Per esperienza sappiamo che reincollare il componente non offre la qualità da ACtronics richiesta. Per ovviare a questa situazione utilizziamo una colla permanente, non conduttiva, e la connessione elettronica viene invece realizzata adoperando un’altra soluzione: ponticelli. Questo ci è chiaramente possibile avendo già a disposizione la macchina apposta. In questo modo non siamo più dipendenti dal tipo di collante ma abbiamo maggiore libertà. Con una normale stazione saldante, questa soluzione sarebbe pertanto impossibile.

Il passo successivo è il rimontaggio della centralina per poi continuare con la verifica a banco. Questa cosa, dalla lettura degli altri testi informativi è ormai nota; per questa centralina abbiamo però un banco prova speciale: una Fiat Punto! Nel nostro piazzale si possono trovare diverse vetture di prova, in questo caso abbiamo quindi modo di provare effettivamente su strada il corretto funzionamento della centralina e questa situazione ci permette di verificare anche l’eventuale presenza di problematiche meno note e non rilevabili a banco. In caso di dubbi sul risultato finale della revisione viene effettuata la prova su strada in modo da escludere ogni negativa situazione.

Le unità fornite in seguito alla revisione non sono più codificate; questo significa che non è più presente il codice della chiave e la centralina potrebbe essere utilizzata in ogni veicolo compatibile; con il primo avviamento però questo codice viene automaticamente programmato dalla vettura. A questo punto la centralina è utilizzabile solamente sul veicolo sul quale è stata installata.

La Magneti Marelli IAW 59F / 59M / 5AF / 5AM in dettaglio

Nel nostro articolo riguardante le Delphi Delco Multec HSFi-2.x viene esplicitato quali componenti si possono trovare all’interno di una ECU e la loro funzione. In questo caso rimandiamo a quell’articolo, che può essere trovato sul nostro sito internet www.actronics.eu nella sezione “AC Insights”.

Detto questo, abbiamo però ancora qualche altra informazione da fornire relativamente alle Magneti Marelli IAW5xx. Lo sapevate che questo tipo di centralina ECU viene utilizzato anche per alcune moto, in particolare Moto Guzzi e Ducati? Per togliere la curiosità, diciamo che questa unità può essere ritrovata su Ducati Monster S4 (2000-2010), e la più recente Ducati 1198 (2009-2011). La centralina può funzionare quindi bene anche su motori a due cilindri, anche dotati di particolare tecnologia come il sistema Desmodronico della casa Bolognese.
La lista di vetture dotate di questa unità è molto sostanziosa:

  • Fiat Doblo 119 (2001-2009)

  • Fiat Panda 169 (2003-2012)

  • Fiat Palio 178 (1996-2012)

  • Fiat Strada 178E (1998-2006)

  • Fiat Seicento 187 (1998-2010)

  • Fiat Punto 188 (1999-2012)

  • Lancia Y 840A (1995-2003)

  • Lancia Ypsilon 843 (2003-2011)

Il fatto di essere così diffusa, ha però un rovescio della medaglia: ogni veicolo ha delle caratteristiche specifiche e questa cosa genera delle varianti. Si possono quindi trovare moltissime centraline con varianti di codice. Una 59F non può quindi essere scambiata/sostituita arbitrariamente con un’altra. Lo stesso discorso vale per le 59M, 5AF e 5AM. Per dare un’idea delle possibili varianti, ecco qui una lista:

  • IAW 59F.BP

  • IAW 59F.BW

  • IAW 59F.E4

  • IAW 59F.E5

  • IAW 59F.ET

  • IAW 59F.M1

  • IAW 59F.M2

  • IAW 59F.M3

  • IAW 59F.M5

  • IAW 59F.M7

  • IAW 59F.P2

  • IAW 59F.P3

  • IAW 59F.P4

  • IAW 59F.SC

  • IAW 59F.ST

  • IAW 59F.VG

Occorre quindi prestare molta attenzione al tipo corretto di centralina montata sul veicolo. Nel caso della revisione questo problema non si pone: la centralina viene smontata dal veicolo, inviata a noi per revisione e quindi restituita: nulla cambia dal punto di vista del software. In caso di dubbi è quindi una situazione da preferire rispetto all’acquisto di una unità usata (che tra l’altro ha possibilità di presentare anomalie nel breve periodo).

Una informazione importante:

ACtronics ha la possibilità, per i tipi più comuni, di fornire questa ECU direttamente da magazzino, tramite programma scambio. In questo modo può avere in tempi brevissimi una centralina funzionante. Per maggiori informazioni può contattare il nostro servizio clienti.

(S)montaggio della ECU

Lo smontaggio della centralina richiede poca fatica:

  • 1. Scollegare la batteria.

  • 2. Svitare i bulloni di fissaggio.

  • 3. Scollegare il connettore.

  • 4. Estrarre la centralina dalla vettura.

 Il rimontaggio non è in realtà diverso quanto a fatica:

  • 1. Fissare la centralina con gli appositi bulloni.

  • 2. Collegare i connettori.

  • 3. Collegare la batteria.

  • 4. Accendere il motore. La spia del codice deve spegnersi nel giro di circa due secondi.

Nel caso dovesse permanere il lampeggiamento la spia motore, occorre seguire la seguente procedura: far girare il motore al minimo fino al raggiungimento della temperatura di esercizio, aumentare quindi il numero di giro fino a 5000 rpm e mantenere questo per tre secondi. Lasciare poi il motore al minimo per cinque secondi. Ripetere questo ciclo tre volte. In questo modo la procedura di apprendimento viene completata e la spia motore si spegne correttamente.