DSG 6

La denominazione DSG evidenzia la differenza rispetto ai tradizionali cambi meccanici: DSG sta per Direkt Shalt Getriebe o Direct Shift Gearbox, ovvero cambio a innesto diretto. Il sistema funziona molto più velocemente di un cambio convenzionale, in parte anche perché la marcia successiva è sempre già pronta. A differenza dei cambi meccanici con un’unica frizione, il DSG6 ne ha due. Lo stesso vale per l’albero primario; anche di questi ve ne sono due. In questo modo la vettura dispone di due cambi parziali che lavorano insieme in una sola scatola del cambio: una sezione per le marce dispari e una per le marce pari.

Problemi notti e codici di errore

icon-fault-codesProblemi noti

  • L’indicatore delle marce (“PRNDS”) sulla plancia lampeggia
  • Il cambio non innesta le marce
  • Il cambio passa a caso alla ‘N’ o a una marcia non logica

icon-check-markRevisione possibile

OBD II VAG Descrizione
P0701 17085 Sistema di comando della trasmissione, segnale improbabile
P0715 17099 Sensore di velocità G182 in ingresso al cambio, guasto nel circuito elettrico
P0722 17106 Sensore di velocità G195, assenza segnale
P0735 17119 5a marcia, rapporto non corretto
P0746 17130 Valvola N215 di comando della pressione del fluido, interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P0756 17140 Elettrovalvola 2 (N89), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P0761 17145 Elettrovalvola 3 (N90), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P0766 17150 Elettrovalvola 4 (N91), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P0771 17155 Elettrovalvola 5 (N92), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P0776 17160 Valvola di comando della pressione 2 (N216), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P1604 18012 Modulo di comando difettoso
P1707 18115 Errore nel modulo meccatronico
P1740 18148 Monitoraggio temperatura della frizione (G509)
P1746 18154 Tensione di alimentazione per elettrovalvola, guasto elettrico nel circuito
P1813 18221 Valvola di comando della pressione 1 (N215), guasto elettrico nel circuito
P1814 18222 Valvola di comando della pressione 1 (N215), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P1815 18223 Valvola di comando della pressione 1 (N215), cortocircuito a B +
P1818 18226 Valvola di comando della pressione 2 (N216), guasto elettrico nel circuito
P1819 18227 Valvola di comando della pressione 2 (N216), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P1820 18228 Valvola di comando della pressione 2 (N216), cortocircuito a B +
P1823 18231 Valvola di comando della pressione 3 (N217), guasto elettrico nel circuito
P1824 18232 Valvola di comando della pressione 3 (N217), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P1825 18233 Valvola di comando della pressione 3 (N217), cortocircuito a B +
P1828 18236 Valvola di comando della pressione 4 (N218), guasto elettrico nel circuito
P1829 18237 Valvola di comando della pressione 4 (N218), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P1830 18238 Valvola di comando della pressione 4 (N218), cortocircuito a B +
P1833 18241 Valvola di comando della pressione 5 (N233), guasto elettrico nel circuito
P1834 18242 Valvola di comando della pressione 5 (N233), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P1835 18243 Valvola di comando della pressione 5 (N233), cortocircuito a B +
P1838 18246 Valvola di comando della pressione 6 (N371), guasto elettrico nel circuito
P1839 18247 Valvola di comando della pressione 6 (N371), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa
P1840 18248 Valvola di comando della pressione 6 (N371), cortocircuito a B +
P2732 19164 Valvola di comando della pressione 6 (N371), interruzione nel circuito o cortocircuito a massa

icon-magnifierRevisione probabilmente possibile (necessaria diagnosi supplementare)

OBD II VAG Descrizione
P0716 17100 Sensore di velocità (G182) in ingresso al cambio, segnale improbabile

Controllare innanzitutto che non vi siano depositi di particelle metalliche sul sensore G182.

Se il sensore è sporco, controllare accuratamente la scatola del cambio per verificare che non presenti usura meccanica o danneggiamenti. Controllare poi anche il filtro dell’olio del cambio, perché potrebbe essere intasato. In caso di intasamento l’olio circolerà attraverso il bypass, e non verrà quindi più filtrato. Ciò può causare contaminazione dei sensori.

Pulire poi il sensore e verificare se il codice di errore è ancora presente. In caso affermativo si potrà concludere che la TCU è difettosa e dev’essere revisionata.


OBD II VAG Descrizione
P2711 19143 Sequenza marce improbabile

Controllare innanzitutto che non vi siano depositi di particelle metalliche sui magneti della posizione del cambio.Se i sensori sono sporchi, controllare accuratamente la scatola del cambio per verificare che non presenti usura meccanica o danneggiamenti. Controllare poi anche il filtro dell’olio del cambio, perché potrebbe essere intasato. In caso di intasamento l’olio circolerà attraverso il bypass, e non verrà quindi più filtrato. Ciò può causare contaminazione dei sensori.

Pulire poi i magneti e verificare se il codice di errore è ancora presente. In caso affermativo si potrà concludere che la TCU sia difettosa e debba essere revisionata.


Funzionamento generale DSG 6


display-cambio-dsg6-it

Il cambio DSG6 è un cambio automatico Volkswagen. DSG sta per ‘Direktschaltgetriebe’ o ‘Direct-Shift Gearbox’, ovvero cambio a innesto diretto, il 6 indica che ci sono sei marce avanti. Per questo cambio viene utilizzata anche la denominazione ‘DQ250’. La Q (di ‘Quermotor’) indica che questo cambio viene montato con i motori trasversali.Dal punto di vista meccanico, il cambio DSG6 può essere descritto come un cambio meccanico con due frizioni a dischi multipli in bagno d’olio, due alberi a presa diretta (ingresso, primari) e due alberi (secondari) di uscita. Un comando idraulico a controllo elettronico (meccatronico) permette al cambio di funzionare in modo completamente automatico. Come optional è possibile disporre anche dell’azionamento manuale (Tiptronic).

Un volano a doppia massa collega l’albero motore ai due alloggiamenti delle frizioni (portadischi esterni) che ruotano solidali, in linea con l’albero motore. I due portadischi interni ruotano indipendentemente l’uno dall’altro sullo stesso asse e azionano ciascuno il proprio albero a presa diretta tramite una connessione fissa. L’albero a presa diretta 1 ruota all’interno dell’albero cavo a presa diretta 2.

Presa diretta

Sull’albero a presa diretta 1 si trovano gli ingranaggi per la 1a, 3a, 5a marcia e la retromarcia; quelli per la 2a, 4a e 6a marcia sono sull’albero a presa diretta 2. Al passaggio da una marcia all’altra, anche la trazione passa dunque da un albero a presa diretta all’altro, dove la marcia successiva è già stata inserita sul corrispondente albero (principale) di uscita. Al momento del cambio di marcia, la frizione dell’albero a presa diretta con la “vecchia” marcia viene disinnestata in un unico movimento fluido mentre avviene l’accoppiamento dell’albero con la “nuova” marcia. Vi è quindi una temporanea sovrapposizione nella trazione attraverso entrambe le marce.

programma-dsg-it

Quando si innesta la marcia superiore, inoltre, la coppia del motore viene leggermente ridotta, mentre quando si scalano le marce questa è leggermente aumentata. Nel complesso il sistema realizza un cambio di marce rapido e senza interruzioni avvertibili.

Scambio di informazioni

L’innesto e il disinnesto delle marce, e quindi il passaggio da una marcia all’altra, sono gestiti dalla centralina del cambio, la Meccatronica (J743). Questa è composta da un dispositivo elettronico di comando e da una centralina elettroidraulica. La Meccatronica si trova sulla scatola del cambio ed è integrata nel circuito idraulico del cambio.

La Meccatronica non solo riceve i dati necessari dai propri sensori, ma scambia anche informazioni tramite la rete CAN con vari dispositivi di rilevamento e comando della vettura, come ad esempio:

  • Leva selettrice del cambio (E313, J587)
  • Centralina ABS/ESP/EDS (J104)
  • Centralina con display nel quadro strumenti (J285)
  • Centralina della rete di bordo (J519)
  • Sensore angolo di sterzata (G85)
  • Centralina per volante multifunzione (J453)
  • Centralina di identificazione di traino (J345)
  • Centralina del motore (J220, J623)
  • Centralina impianto iniezione diretta Diesel (J248)
  • Centralina piantone dello sterzo (J527)
  • Interfaccia di diagnosi per bus dati (J533)

La meccatronica in dettaglio

dsg6-dettaglio-meccatronico-it

Attuatore Funzione
N88 Valvola di innesto 1a e 5a marcia
N89 Valvola di innesto 3a marcia e posizione neutra (folle)
N90 Valvola di innesto 2a e 6a marcia
N91 Valvola di innesto 3a marcia e retromarcia
N92 Valvola di comando per Multiplexer
N215 Valvola di comando della pressione per la frizione K1
N216 Valvola di regolazione della pressione, frizione K2
N217 Valvola principale di comando della pressione
N218 Valvola limitatrice di pressione per l'olio di raffreddamento della frizione
N233 Valvola di sicurezza per sezione 1 del cambio
N371 Valvola di sicurezza per sezione 2 del cambio

La Meccatronica ha cinque valvole di innesto delle marce (aperto/chiuso) e sei valvole di comando (a modulazione). Le cinque valvole di innesto delle marce (N88, N89, N90, N90, N91 e la N92 per il Multiplexer, vedi schema idraulico) azionano le forcelle del cambio che innestano gli ingranaggi sugli alberi di uscita.

Le sei valvole di comando regolano le varie pressioni necessarie: la pressione principale nel circuito idraulico (N217), la pressione dell’olio di raffreddamento nelle frizioni a dischi multipli (N218), la pressione a cui vengono azionate le frizioni (pressione di spinta) (N215 e N216) e la pressione nei due cursori di sicurezza che, in caso di guasto, vengono azionati per depressurizzare le rispettive sezioni del cambio (N233 e N371).

La TCU in dettaglio

dettaglio-dsg6-tcu
Sensore Funzione
G93 Sensore temperatura dell'olio del cambio
G182 Sensore numero di giri dell’albero di entrata del cambio
G193 Sensore pressione idraulica della frizione K1
G194 Sensore pressione idraulica della frizione K2
G195 Sensore numero di giri, secondo albero di uscita del cambio
G196 Sensore numero di giri, secondo albero di uscita del cambio
G487 Sensore di rilevamento posizione della forcella di innesto per la 1a e la 3a marcia
G488 Sensore di rilevamento posizione della forcella di innesto per la 2a e la 4a marcia
G489 Sensore di rilevamento posizione della forcella di innesto per la 6a marcia e la retromarcia
G490 Sensore di rilevamento posizione della forcella di innesto per la 5a marcia e la posizione neutrale (folle)
G501 Sensore numero di giri, albero a presa diretta 1
G502 Sensore numero di giri, albero a presa diretta 2
G509 Sensore temperatura dell'olio del cambio sulla frizione a dischi multipli
G510 Sensore temperatura dell'olio del cambio nella centralina elettronica

Per poter fornire alla Meccatronica i dati necessari, la TCU riceve informazioni da diversi sensori:

  • Sensori della pressione idraulica presenti sulle frizioni a dischi multipli G193 e G194
  • Sensori di temperatura dell’olio G93, G509 e G510
  • Sensori del numero di giri G501 e G502 per i due alberi a presa diretta G195 e G196 per il secondo albero di uscita G182 per l’albero di entrata
  • Sensori di rilevamento della posizione delle forcelle di innesto delle marce G487, G488, G489 e G490

La maggior parte dei sensori è integrata nella TCU; solo il G182 e il G509 sono situati (uno accanto all’altro) all’esterno della Meccatronica.

Una DSG 6 difettosa da revisionare?

Vuoi far riparare un DSG 6 DQ250 difettosa? Facendo clic sul pulsante "in revisione" e selezionando il "Marchio e modello" corretti, è possibile inviare rapidamente una richiesta di revisione.

Desideri prima ottenere maggiori informazioni sulle soluzioni di revisione che ACtronics può offrire? Non riesci a trovare un prodotto sul sito Web? Contattaci su info@actronics.it o chiama il nostro servizio clienti: 0294753700